Home

  • Compiti e studio per casa: Bozza manifesto dell’IC2 Arzignano

    compiti

    Si trasmettono ai docenti, ai genitori e agli alunni del nostro istituto alcune riflessioni sui compiti a casa con l’intento di stimolare la discussione su questo tema molto sentito da parte di tutti, e di raccogliere le vostre opinioni in merito al fine di elaborare un “Manifesto” condiviso da mettere in pratica.

    Il nostro Istituto (adottando la settimana corta in ogni ordine di scuola, come nella maggior parte dei paesi occidentali) prevede una frequenza piuttosto lunga: fino alle 13.00 per la primaria e alle 14.00 per la secondaria; e il ritorno a casa non avviene prima di un’altra mezz’ora. Gli alunni arrivano a casa stanchi, con i compiti da eseguire e lo studio da affrontare. Il risultato è sicuramente controproducente perché il cervello dei nostri ragazzi non è un contenitore da riempire all’infinito.
    Continue reading →

  • Incontro con Mohamed Ba

    MohamedVenerdì 30 gennaio alle ore 20.30 presso l’auditorium del nostro Istituto, nell’ambito del progetto L’AUTORE A SCUOLA, avrà luogo l’incontro con l’attore, autore teatrale e musicista Mohamed Ba, che presenterà il suo ultimo lavoro: Il tempo dalla mia parte (San Paolo Editore).
    “Il romanzo parla ai giovani ma anche ai meno giovani. Parla della necessità di aprire nuovi orizzonti, perlustrare nuovi mondi per evolversi. La drammatica situazione economica del sud del mondo si scontra con l’«intrappolamento» sociale di cui soffre il nord. Il migrante di oggi si allontana dai suoi affetti e dai suoi effetti, convinto di potersi realizzare dall’altra parte della barriera. Crede possibile una decolonizzazione dell’immaginario ma si ritrova tra due fuochi incrociati: la sua comunità che è spesso remissiva e il pensiero dominante che lo vuole invisibile nelle città. Il migrante di oggi rifiuta di essere solo braccia ma cerca di far capire una valenza culturale e sociale che alberga in lui e che l’uomo di strada ignora. Il migrante cerca di dare un senso al suo stare in questo Paese, investe ed accetta di dare al tempo, il tempo di produrre il suo effetto. Non si nasconde, va verso l’altro con la convinzione che chi non conosca sia semplicemente un libro che aspetta di essere letto e non vuole privarsi di quella lettura”.
    Si consiglia, inoltre, di leggere come momento di riflessione, la lettera che Ba ha scritto nel 2009 in seguito all’aggressione di cui è stato vittima.

  • Iscrizioni 2015

    hai scelto

     

     

     

    Incontri & iscrizioni Scuole primarie e secondarie di I grado dell’IC2

    iscrizioniCalendario Open Day

    Via libera alle iscrizioni on line dal 15 gennaio al 15 febbraio 2015 con la possibilità, per le famiglie, di registrarsi sul sito dedicato www.iscrizioni.istruzione.it già a partire dal 12 gennaio prossimo.
    Le iscrizioni on line riguardano le classi prime dei seguenti plessi:

    codice meccanografico

    Info tempo pieno Villaggio Giardino
    Struttura corso indirizzo musicale

    È esclusa la Scuola dell’infanzia di S. Bortolo per la quale rimane in vigore la procedura cartacea (modulo iscrizione Scuola dell’infanzia). Mentre per le iscrizioni alle scuole superiori, sempre on line e con la medesima procedura, si forniranno a breve i codici meccanografici delle scuole secondarie di II grado della provincia di Vicenza.

    NB) Seguire la seguente procedura.
    PROCEDURA ISCRIZIONE ON LINE
    1.          Accedere al sito: www.iscrizioni.istruzione.it;
    2.          Cliccare sul link “Iscrizioni on line”;
    3.          Registrarsi sul sito per ricevere sulla propria casella di posta elettronica il codice personale di accesso (la registrazione è possibile dal 12/01/2015);
    4.          Indicare il codice meccanografico della scuola prescelta;
    5.          Accedere nuovamente al sito: www.iscrizioni.istruzione.it con le credenziali ottenute;
    6.          Entrare in quest’area, compilare il modulo in tutte le sue parti e confermarne l’invio.

    Si ricorda, infine, che domanda d’iscrizione, presentata on line, deve essere perfezionata presso la scuola in caso di genitori separati o divorziati con affidamento non congiunto e nel caso di richiesta di sostegno.
    Come da normativa, le famiglie hanno diritto a scegliere la scuola più adatta alle proprie esigenze, non è quindi necessario nel passaggio dalla Scuola primaria alla secondaria di I grado alcun nullaosta da parte di altri istituti. Resta inteso, comunque, che gli alunni provenienti dalle Scuole primarie del nostro istituto hanno priorità rispetto agli alunni provenienti da altri istituti.
    L’ufficio didattica della segreteria dell’Istituto Comprensivo 2 è a disposizione dei genitori per offrire telefonicamente ogni informazione (tel. 0444.670400 sig.re Silvana, Paola e Natalina) o per fissare un appuntamento al fine di effettuare, se sprovvisti di connessione ad internet, la corretta iscrizione del proprio figlio.

  • Le straordinarie avventure di un costosissimo paio di scarpe

    scarpeTrentasei classi della nostra scuola (quasi 800 ragazzi di 4^ e 5^ della Scuola primaria e di 1^ e 2^ della Secondaria di I grado con i loro insegnanti di Italiano, un esperto di scrittura creativa e poi, ancora, un nutrito gruppo di alunni di 3^ guidato da un’illustratrice) hanno scritto ed illustrato, nel corso di un intero anno scolastico: “Le straordinarie avventure di un costosissimo paio di scarpe”, una singolare storia di amicizia e solidarietà per riflettere sui limiti di un mondo che va troppo di fretta, incapace di porsi alcuna domanda sul senso di quel che sta facendo.
    Il libro è appena stato pubblicato dalla Casa Editrice Progedit nella collana “Briciole” diretta da Livio Sossi (saggista e docente di Letteratura per l’infanzia all’Università di Udine). Potete acquistarlo direttamente nella vostra libreria di fiducia o in tutte le librerie on line.
    I proventi della distribuzione saranno interamente devoluti a favore della Fondazione “Città della Speranza”, che finanzia il centro di oncoematologia pediatrica di Padova e, all’interno dello stesso, contribuisce alla ricerca scientifica.

  • Storia di Iqbal

    iqbalMartedì 21 aprile 2015 presso l’auditorium “E. Motterle”, nell’ambito del progetto L’AUTORE A SCUOLA, gli alunni di tutte le quinte delle nostre Scuole primarie incontreranno FRANCESCO D’ADAMO. Sono già a disposizione dei plessi alcune copie del suo romanzo più famoso: LA STORIA DI IQBAL, da leggere in classe o nelle modalità prescelte dalle docenti. A disposizione delle stesse, in presidenza, c’è anche una copia del bel film IQBAL di Cinzia Th Torrini (durata 100 min.) tratto dal romanzo.

    .

  • Viaggio-premio a Bruxelles

    BruxellesIl nostro Istituto, in collaborazione con l’Unione Europea, premierà gli studenti meritevoli rendendoli protagonisti di un’esperienza di viaggio d’istruzione all’estero, con l’intento di accrescere la loro formazione, perfezionare le lingue straniere, dialogare con altre culture e, soprattutto, approfondire le tematiche relative al funzionamento delle istituzioni dell’Unione Europea e di alcuni tra i più rilevanti programmi comunitari.
    I primi tre alunni di ogni Classe Terza che, alla fine del I quadrimestre, conseguiranno la miglior valutazione scolastica (farà parte della media anche il voto di condotta) parteciperanno gratuitamente ad viaggio d’istruzione a Bruxelles organizzato per primi di aprile 2015.
    In caso di ex-aequo si privilegerà colui che ha il reddito familiare inferiore; nel caso, invece, che qualche alunno non sia interessato all’iniziativa, si darà la possibilità al quarto classificato della stessa classe.
    Tale iniziativa intende avvalorare quanto scritto a pag. 2 del Diario-libretto personale:
    “Il nostro sistema non può che essere meritocratico: ci si mette alla prova e, necessariamente, ci si confronta con gli altri; si è valutati – non importa se con voti o con giudizi – per i risultati conseguiti e per i comportamenti tenuti. Una scuola che non riconoscesse e non premiasse l’impegno profuso nello studio, la disponibilità a far fatica per andare oltre il minimo indispensabile, il tempo dedicato ad imparare invece che a fare altro sarebbe una pessima scuola perché da essa uscirebbero non solo ragazzi meno preparati, ma anche cittadini abituati a pensare che i risultati a scuola, e quindi poi nella vita, si possano ottenere con facilità e senza costi. Sappiamo che non è così.”

_________________________________________________________________________

La nostra scuola

È meglio una testa ben fatta che una testa ben piena
Michel de Montaigne

la nostra scuolaLa nostra scuola è una palestra dove gli allievi, per la prima volta, sono chiamati a misurare le proprie capacità di apprendimento, la propria volontà e determinazione nell’impegno quotidiano, la propensione a partecipare in maniera attiva alla vita di una comunità di coetanei; dov’è possibile, con gli opportuni strumenti e gli stimoli derivanti da una guida appropriata, far emergere o scoprire le personali inclinazioni.